Vedere i film in streaming su dispositivi mobile

film-streamingSe il divano di casa è generalmente il posto più comodo dove vedere un film, non sempre abbiamo la possibilità di scegliere. Vi è mai capitato di sentire la mancanza del televisore di casa combattendo contro l’insonnia in una camera d’albergo priva di ogni comfort? O di desiderare un modo per godervi una serata in compagnia di amici senza dover far fronte alle lamentele dei vostri annoiatissimi figli? Talvolta vi può essere successo di aver programmato di trascorrere una serata rilassante guardando un film e scoprire che il resto della famiglia era determinato a seguire la finale di Amici.

In questi casi anche lo schermo di un tablet o di uno smartphone possono sostituire egregiamente il vostro 42 pollici Full HD, e se in un tempo non lontano ciò era impensabile, oggi la tecnologia ha reso possibile vedere i nostri programmi preferiti come e quando vogliamo, anche senza disporre di un televisore.

Qualunque siano le vostre esigenze grazie ai numerosi servizi di streaming, come quello offerto da infinitytv, potete accedere ad un vasto catalogo di titoli tramite numerose applicazioni sia gratuite che a pagamento per vedere film, cartoni animati e serie televisive sui vostri dispositivi portatili.

In questo articolo vi segnaliamo le migliori soluzioni per vedere i film in streaming su dispositivi mobile.

Youtube

Youtube è la soluzione ideale per chi cerca un servizio streaming gratuito e completamente legale. La più famosa piattaforma di condivisione video ha infatti recentemente avviato una serie di partnership con network che offrono la visione di cinema, cartoni animati e serie TV ai propri utenti. Uno dei più attivi di questi network è sicuramente MegaTube, che attraverso vari canali tematici offre una programmazione divisa per generi e ricca di titoli italiani e internazionali.

InfinityTv

InfinityTv  permette di vedere film in streaming e serie TV su qualsiasi dispositivo abilitato, dal cellulare alla X-box, accedendo ad un catalogo di più di 5000 titoli.
Per accedere al servizio, che per qualità e vastità dell’offerta è oggi probabilmente uno dei migliori in Italia, è necessario sottoscrivere un abbonamento mensile fruibile gratuitamente e senza obbligo di rinnovo nei primi 30 giorni di utilizzo.
Il costo ridotto (6,99 euro al mese) e la possibilità di godere di un numero illimitato di visioni ne fanno la soluzione ideale per chi vuole disporre della libertà di disporre dei contenuti in streaming in qualsiasi momento e senza conseguenze sul bilancio famigliare.

RaiTV

RaiTv offre la visione in streaming di tutti i programmi trasmessi dai canali Rai del digitale terrestre, permettendo di scegliere tra la programmazione live e un ampio parco di titoli on demand. Per accedere al servizio tramite dispositivo mobile è sufficiente scaricare le applicazioni RaiTV disponibili sia per i sistemi operativi Android che iOS.

Chili TV

Chili TV è la piattaforma di video on demand creata da Fastweb e oggi diventata società indipendente dal gruppo. Si tratta di un altro valido servizo di streaming a pagamento che a differenza di Infinity Tv non prevede la sottoscrizione di un canone di abbonamento mensile ma consente di scaricare sui nostri dispositivi soltanto i film che scegliamo di acquistare o noleggiare, secondo il meccanismo pay per view.Il costo medio di noleggio è di circa 5 euro a film, e rispetto a Infinity Tv è quindi una soluzione adatta a chi progetta di fare ricorso solo sporadico alla programmazione in streaming.

VVVVID

Il catalogo di VVVVID non è vastissimo, ma ha il pregio di essere gratuito e fornire comunque un discreto numero di titoli tra cui scegliere. La particolarità di VVVVID è quella di permettere la costruzione di un palinsesto personalizzato accedendo al servizio con il proprio indirizzo email o autenticandosi tramite il profilo Facebook.

Non vi resta che scegliere la vostra soluzione preferita per vedere film in streaming su mobile. Buona visione!

Susanna Matteini

About Susanna Matteini

Susanna Matteini
è una writer freelance e collabora con diversi siti. Ha una laurea in tasca, quella specialistica in Comunicazione d'impresa e la sua tesi - discussa all'Università degli Studi di Roma ”La Sapienza”- è stata “micromaketing e programmi fedeltà